DALLA CRISI FRANCESE DI OTTANT’ANNI FA ALLA NOSTRA ATTESA DI LIBERARCI DEI LADRI

Nel 1934 la Francia apparve per un po’ in una crisi tale da farla tentare dal fascismo. In realtà il paese la dette vinta a chi difendeva le istituzioni, perché le gestiva: due anni dopo le sinistre si unirono nel Front Populaire e sul breve termine, per pochi mesi, vinsero. Le condizioni dell’economia erano meno… Continua a leggere DALLA CRISI FRANCESE DI OTTANT’ANNI FA ALLA NOSTRA ATTESA DI LIBERARCI DEI LADRI

QUANTE SARANNO LE NOSTRE JEREZ DE LA FRONTERA?

Qualche mese fa ‘Time’ mandò una giornalista in Andalusia, a Jerez de la Frontera, perché riferisse sulla malattia spagnola partendo dalla città più indebitata del Paese. Il debito del Comune dello sherry e del flamenco raggiungeva un miliardo di euro, non troppo meno di quello di Madrid, che ha 3,3 milioni di abitanti. La spiegazione… Continua a leggere QUANTE SARANNO LE NOSTRE JEREZ DE LA FRONTERA?

MARCO VITALE: QUALI IDEE VECCHIE ABBANDONARE E QUALI IDEE NUOVE SEGUIRE PER USCIRE DALLA CRISI

La crisi finanziaria americana,  e la conseguente crisi economica generale, è anche la caduta della visione ideologica  che ha dominato l’economia mondiale negli ultimi venti anni, sviluppata negli USA e diffusa nel mondo dai neoconservatori americani, dalle banche d’investimento statunitensi, dai loro portavoce presso le Università di tutto il mondo, dalle grandi società di consulenza.… Continua a leggere MARCO VITALE: QUALI IDEE VECCHIE ABBANDONARE E QUALI IDEE NUOVE SEGUIRE PER USCIRE DALLA CRISI

ROBERTO VACCA – PANICO DA DERIVATI, NON E’ UNA SORPRESA

I giornali di oggi titolano tragicamente “Boom dei derivati valgono 14 volte le Borse”. È vero: il problema esiste, ma il rischio era ben noto. Lo avevo spiegato oltre un anno fa nel mio libro SALVARE IL PROSSIMO DECENNIO (Garzanti, 2011). Ne riporto qui una pagina in cui scrivevo che alla fine del 2010 il… Continua a leggere ROBERTO VACCA – PANICO DA DERIVATI, NON E’ UNA SORPRESA

GLI INDIGNATI SONO INDIGNATI MA NON TUTTI CRIMINALI

Anzi, non solo vanno capiti ma dobbiamo ringraziarli per la loro discesa in campo in quanto tentano di rompere la crosta dura dell’ebetismo di un finanzcapitalismo criminale e di una classe dirigente (a partire da Obama) incapace di combattere la battaglia per un nuovo ordinamento finanziario del quale il mondo aveva ed ha un disperato… Continua a leggere GLI INDIGNATI SONO INDIGNATI MA NON TUTTI CRIMINALI

LAND OF MOBILITY (DOWNWARD)

“Il top 1% delle famiglie americane prende per sé quasi un quarto del reddito di tutte le famiglie, ripartizione che non si vedeva dal 1929. Un’economia così non può prosperare (…) I lavoratori dei livelli inferiori sono schiacciati dalla concorrenza straniera,  al tempo stesso che i guadagni dell’alto management salgono alle stelle.. La globalizzazione ha… Continua a leggere LAND OF MOBILITY (DOWNWARD)