Antonio Massimo Calderazzi

Qualche giorno fa, a causa del morbo che imperversa, è mancato il nostro amico Massimo. Era una cara persona e me ne dispiace moltissimo. Voglio ricordarlo prendendo spunto da due numeri di RELAZIONI INTERNAZIONALI, settimanale di politica estera, nato nel 1935 come organo dell’ISTITUTO PER GLI STUDI DI POLITICA INTERNAZIONALE – MILANO: l’ISPI, da lui… Continua a leggere Antonio Massimo Calderazzi

IN QUEST OF THE BENEVOLENT DICTATOR MATTEO RENZI EMULI M. PRIMO DE RIVERA

Ci siamo: nel nostro ecumene politico-giornalistico non c’è più uno che davvero creda nell’avvenire della partitocrazia. I partiti sono malati terminali, che avvenire possono avere? Nel frattempo si fanno nere le previsioni per l’economia e per la pace sociale: colpa della concorrenza globale più ancora che della pandemia. Chi si farà  illusioni su un miracolo,… Continua a leggere IN QUEST OF THE BENEVOLENT DICTATOR MATTEO RENZI EMULI M. PRIMO DE RIVERA

NON UNA QUARTA REPUBBLICA MA LA POLIS RIGENERATRICE DI DRACONE

  Il 25 luglio 1943 Mussolini e il regime furono abbattuti senza che un gerarca o un ‘Moschettiere del Duce’ fiatasse.  Andò così perché il colpo di stato venne dall’alto, dal re e dall’esercito di Badoglio.  Allora il paese era  devastato dai quadrimotori. Oggi esso vive l’attesa di un evento fosco: le conseguenze saranno aspre,… Continua a leggere NON UNA QUARTA REPUBBLICA MA LA POLIS RIGENERATRICE DI DRACONE

I PROFETI E I LORO CONTRARI: I RETRORSI

Cupo profeta fu John Maynard Keynes (la scheda biografica informa: alto 2 metri) quando nel 1920 si ritirò dai negoziati del trattato di Versailles. Divinò che le condizioni leonine imposte alla Germania avrebbero fatto certa la vendetta dei tedeschi, dunque il Secondo conflitto mondiale. Keynes profeta: qual é il contrario di profeta? Andrebbe bene ‘retrovedente’… Continua a leggere I PROFETI E I LORO CONTRARI: I RETRORSI

FACCHI SCANZONATO MAITRE-à-PENSER

Paolo Facchi è uno dei capiscuola della filosofia del linguaggio, con maestri, allievi e sodali di qualità. L’ha insegnata trent’anni all’università di Trieste; più ancora l’ha professata nei circoli del sapere in Europa e fuori. Alcuni suoi lavori hanno fatto testo, e ancora mantengono rilevanza. Si vedano “La propaganda politica in Italia”, ed.Il Mulino; “La… Continua a leggere FACCHI SCANZONATO MAITRE-à-PENSER

TORNERA’  GRANDE  SENZA  SFORZO  L’EUROPA QUANDO  SI  UNIRA’

Giorni fa si è attribuito anche ad Enrico Letta, ex presidente del Consiglio e politologo accademico, il ragionamento “il Regno Unito se n’è andato, non è solo male: ora potremo raddrizzare le vie dell’Europa, come Londra non ci ha mai permesso di fare’.  In molti la pensiamo come Letta, ma egli ha aggiunto una proposta… Continua a leggere TORNERA’  GRANDE  SENZA  SFORZO  L’EUROPA QUANDO  SI  UNIRA’

IL ‘ME DUELE ESPAGNA’ CHE DILANIO’ MIGUEL DE UNAMUNO

Quando nel 1930 Unamuno rimpatriò dal mite esilio inflittogli sei anni prima dal generale Primo de Rivera -un dittatore bonario che governò la Spagna meglio di decine di predecessori e successori- , l’accoglienza che gli fecero le moltitudini degli ammiratori e dei seguaci fu trionfale al punto che molti, specialmente all’estero, presero a considerarlo un… Continua a leggere IL ‘ME DUELE ESPAGNA’ CHE DILANIO’ MIGUEL DE UNAMUNO

QUANDO LE POTENZE SI ACCINGEVANO A SPARTIRSI LA CINA

Negli ultimi anni dell’Ottocento sembrava suonata l’ora della fine per l’Impero di Mezzo. Per cominciare, la Gran Bretagna ne dominava l’economia -quasi i tre quarti del commercio e della navigazione- e si era insignorita di regni che erano stati satelliti di Pechino: il Tibet, sottomesso alla Cina nel 1751, e la Birmania. Londra cominciò a… Continua a leggere QUANDO LE POTENZE SI ACCINGEVANO A SPARTIRSI LA CINA

SE 1 ITALIANO SU 2 ATTENDE L’UOMO FORTE LA DEMOCLEPTOCRAZIA CADRA’

Negli ultimi tempi i tentativi dei sicofanti e pennivendoli del Regime, di esigere ancora che i contribuenti finanzino la politica, suonano come rantoli d’agonia. Appaiono rassegnati, i pensatori e i monatti di palazzo, acché la fine si avvicini, i popoli dello Stivale siano gonfi di rancore e di brutti propositi; acché essi popoli inneggino alla… Continua a leggere SE 1 ITALIANO SU 2 ATTENDE L’UOMO FORTE LA DEMOCLEPTOCRAZIA CADRA’

QUANDO SI POTRA’ ABBATTERE LA RAI VERGOGNA NAZIONALE

Quando il viadotto dell’economia comincerà a crollare, e un manipolo di giustizieri capeggiato da Dracone prenderà il potere, quel giorno la demolizione della Rai grassatrice sarà tra le opere da compiere per prime: assieme alla cancellazione della Costituzione manomorta, del Parlamento pessimo quale è, delle urne spacciatrici di falsa democrazia, di altre istituzioni e male… Continua a leggere QUANDO SI POTRA’ ABBATTERE LA RAI VERGOGNA NAZIONALE

IL MAESTRO DEGLI STORICI TEDESCHI SUI MISFATTI DEL NEPOTISMO PAPALE

Leopold von Ranke, iniziatore della scienza storica moderna, si guadagnò ammirazione anche dagli studiosi cattolici per l’imparzialità e il rigoroso vaglio delle fonti che mise nell’opera “Storia dei Papi”, pubblicata in italiano da Sansoni nel 1959. L’originale tedesco aveva un titolo (“Die römischen Päpsten in die letzten vier Jahrhunderten“) che puntualizzava  l’ambito principale dell’investigazione:  i… Continua a leggere IL MAESTRO DEGLI STORICI TEDESCHI SUI MISFATTI DEL NEPOTISMO PAPALE

‘QUEI’ CARDINALI, PRINCIPI DI UNA CHIESA DEGENERATA AL CRIMINE DEL NEPOTISMO

Ora che papa Bergoglio ha creato sedici nuovi cardinali, che può fare un cattolico dilaniato dal rimpianto di una Chiesa nata dal Vangelo e poi guastatasi,  se non ripiegarsi sui tradimenti dei vertici della massima tra le potenze spirituali della storia?  Sedici cardinali in più (magari persone degne), laddove abolire i cardinali dovrà essere in… Continua a leggere ‘QUEI’ CARDINALI, PRINCIPI DI UNA CHIESA DEGENERATA AL CRIMINE DEL NEPOTISMO

Pubblicato
Etichettato come Copertine

ARRIVA LA DEMOCRAZIA SENZA ELEZIONI – SARA’ SELETTIVA E RANDOMCRATICA

Sotto un titolo insignificante (‘Votare non è un gioco’) l’editoriale del Corriere 2 settembre firmato Angelo Panebianco elenca alcune dolorose constatazioni che per l’immobilismo costituzional-conservatore dell’A. sono devastanti. La prima: “Non c’è stato un momento, in tutta la sua storia, in cui la democrazia rappresentativa abbia subito attacchi come nella fase attuale, non solo in… Continua a leggere ARRIVA LA DEMOCRAZIA SENZA ELEZIONI – SARA’ SELETTIVA E RANDOMCRATICA

GIOVANNI MAGNIFICO VANTO PUGLIESE COME G. CONTE E COME ALDO MORO

Nei giorni che vedono confermato al pugliese Giuseppe Conte il rango di uomo di Stato, sia o no egli destinato a governare a lungo, è giusto additare un’altra figura di primo piano, anch’essa espressa dalla Puglia: peraltro con meriti scientifici molto superiori a quelli dell’accademico oggi a Palazzo Chigi.  Si tratta dell’economista Giovanni Magnifico, nato… Continua a leggere GIOVANNI MAGNIFICO VANTO PUGLIESE COME G. CONTE E COME ALDO MORO

IN QUANTO UNA GUERRA IN PIU’, RIPUDIARE LA RESISTENZA

Un libro di Aldo Cazzullo, il bardo del volenteroso ottimismo da Centocinquantesimo anniversario, si intitola “Viva l’Italia”. Fin qui, non molto da obiettare (a parte che molti di noi riluttiamo a inneggiare con l’Autore: assai discussa è la reputazione della Saturnia Tellus) . Però, sotto il titolo figura la seguente asserzione: “Risorgimento e Resistenza, perché… Continua a leggere IN QUANTO UNA GUERRA IN PIU’, RIPUDIARE LA RESISTENZA