Home » Archive

marzo 2012

Idee/Fatti del Mondo »

Negli anni scorsi erano più frequenti che oggi le invocazioni all’Europa sociale: a un riequilibrio della costruzione europea nella direzione del sociale, a un patto per il lavoro che, secondo una formulazione di socialdemocratici tedeschi, realizzasse “una migliore coordinazione tra gli Stati membri volta a stimolare l’espansione”. Ma non si era chiari su quali avrebbero potuto essere le misure di rilancio.
Gli Stati membri dell’Unione Europea compongono un contesto di grande sofisticazione culturale. Tutto ciò che possono fare in pro dell’espansione lo fanno già. Allora ciò che in realtà si proponeva …

Cambiare Democrazia »

L’ipotesi della “democrazia elettronica” si affacciò in quel laboratorio di idee che talvolta -tutt’altro che sempre- sono gli Stati Uniti e vi divenne consistente nella campagna 1992 per la Casa Bianca. L’aggettivo ‘elettronica’ non è da prendere alla lettera: muove dall’idea che, con tutti i limiti e le incognite del computer, quell’alternativa sarà comunque meglio dell’usurpazione e della rapina cleptocratica. In un primo momento i professionisti americani dell’usurpazione politica reagirono abbassando il profilo, fingendo di aprirsi alla discussione. Bill Clinton lasciò credere di voler tenere a battesimo qualche forma di …

Idee/Fatti del Mondo »

“On March 16, 1968, two platoons of American soldiers arrived at the hamlet of My Lai, in the district known as Son My in what was then South Vietnam. They were on a search-and-destroy mission: They entered the village around 8 in the morning. Several hours later, between 300 and 500 villagers lay dead. The details were horrific. Eyewitnesses described bayonetings, clubbings, and close-range shootings, all without a single shot being fired at the Americans. Many of the dead were women, children, and the elderly. Some were killed while kneeling …

Idee/Fatti del Mondo »

Nello sforzo di meglio comprendere le nozioni di islamismo e di fondamentalismo sono tornato a compitare le pagine in proposito di un libro recente ed autorevole, “Il Sud del Mondo” (Fondazione A. e G. Boroli, 2009) di Gianpaolo Calchi Novati, il professore di storia dell’Africa di cui “Internauta” ha pubblicato due interventi impegnativi: un ‘epitaffio sulla Libia‘ lo scorso ottobre; sul futuro dell’Eritrea e del Sud Sudan nel numero di gennaio 2012.
La prima precisazione ricavata è che le origini del movimento islamista vanno collocate nella sofferenza coloniale di tante terre …

Idee/Fatti del Mondo »

“GOP candidates denounce talk of inequality as class warfare, but a conservative historian believe the eonomic divide -Rich America, Poor America- is real, and offers a solution”. Presentato così, l’ampio scritto su ‘Newsweek’ (23 gennaio) del conservative historian -Niall Ferguson, professore a Harvard- va letto col massimo impegno: non promette ‘la soluzione’ al problema dei problemi?
Il professore esordisce: la diagnosi di Benjamin Disraeli sull’Inghilterra del 1845 è applicabile tale e quale agli Stati Uniti del 2012: “There are two nations; between whom there is no intercourse and no sympathy…the Rich …

Idee/Fatti del Mondo »

Commemorare a distanza di vent’anni l’inizio dell’assedio e del lungo martirio di Sarajevo è doveroso, anzi sacrosanto. Insieme con il massacro di Srebrenica e con la distruzione e gli eccidi di Vukovar, anch’essi per mano serba, è stato uno degli apici delle nefandezze che hanno costellato, da ogni parte, i conflitti nel cui baratro è sprofondata e perita la Jugoslavia di Tito. Un paese fiero ma dalle fondamenta fragili, soprattutto psicologicamente, che si vantava non senza qualche ragione di essere stato l’unico in Europa, oltre all’URSS, a tenere testa alle …

Cambiare Democrazia »

Dice Donatella Viti, che lavorò in un rinomato ufficio studi: l’Italia non ha più un futuro. Anzi l’Europa. Per qualcuna delle nazioni europee, forse Viti si dispera troppo. Per lo Stivale, chissà. Sono morti tutti gli imperi grandi, perché non potrebbe morire l’improvvisata prosperità degli Eighties craxiani?
I filosofi della storia dicono che i popoli non muoiono, e magari hanno ragione. Però non è detto che vivano sempre nelle circostanze migliori. Le plebi campavano negli stenti ai tempi gloriosi di Ottaviano Augusto. Oggi sono plebe (agiata) la maggior parte degli italiani …

Corral »

La velina che il Segretario generale della presidenza della repubblica ha diramato ai media ai primi di febbraio è un testo burocratico-promozionale che consolida sia i pregiudizi, sia le verità accertate su quella vergogna nazionale che è il fasto del Quirinale. Un solo esempio, tratto dalla comparsa difensiva del segretario Donato Marra: “Spesso si rinfacciano al Quirinale i dati dei bilanci di altre nazioni e la mancanza di un bilancio certificato e reso pubblico. Si fa il parallelo con l’Eliseo che costa 112,5 milioni, sostanzialmente la metà”. Come rintuzza il …

Idee/Fatti del Mondo »

Appena giunto l’annuncio -che lo Stivale esulta della mortificazione dei partiti; che a nessun costo vorrebbe rivedere le solite facce- è un accorrere di pietosi e di prèfiche a confortare i dolenti, a rianimare gli spaventati, a portare il consòlo. Chi confida ‘è un falso allarme’; chi sentenzia ‘la politica non è scalzabile’; chi, più faccia di bronzo, rievoca la ‘nobiltà della politica’ (benché fatta dalla confederazione degli Al Caponidi); chi incoraggia i già saliti sulla forca: ‘Forse la corda si spezzerà’. L’elder statesman Massimo D’Alema, con l’imperturbabilità di chi …

Idee/Fatti del Mondo »

“Ha senso restare a Kabul fino al 2014?”. Si intitola così il 13 marzo l’editoriale de ‘La Stampa’; il titolo è così eloquente da non richiedere la lettura del testo. E invece leggiamolo: perché dice la posizione di un quotidiano equanime come pochi; e perché è firmato da V.E. Parsi, opinionista che più volte in passato indossò prima di scrivere l’uniforme della Nato, e sopra il pastrano del patriottismo militare all’antica.
Argomenta il Nostro: la sicurezza peggiora, molti si chiedono se sarà realistico ritirare i contingenti alleati. “Eppure la domanda giusta …

Idee/Fatti del Mondo »

Nell’universo della libertà, facilità, scioltezza dell’intraprendere, nel pianeta dove il Big Government è quotidianamente contestato, la materia fiscale -aliquote, detrazioni, esenzioni, incentivi, contenziosi- è talmente irta di complessità tecnico-giuridiche che si discute da mesi su un punto quasi lunare: almeno al momento la General Electric e altri pesi massimi non pagherebbero tasse federali. La cosa appare perfettamente assurda. Eppure è partita da un intervento di prima grandezza: nel marzo scorso il ‘New York Times’ affermò appunto che la GE, incarnazione della grande corporation, agisce certi anni tax free. Pronte smentite, …

Cambiare Democrazia »

Franco Soglian, in Internauta di marzo, ha scritto che al mattino ci sveglia una notizia di corruzione, alla sera ci consegna al sonno la notizia di un’altra corruzione; Soglian ha riflettuto molto sulla corruzione (primi numeri di Internauta). La corruzione è l’aria stessa che respira la Repubblica nata dalla Resistenza e retta da una Costituzione “bellissima”.
Qui parliamo solo di alcune aggravanti della corruzione: i parenti e poche altre circostanze. Gran parte dei papi e cardinali dei secoli scorsi sono stati alloggiati, da Dante come da altri spiriti magni, nelle fiamme …

Cambiare Democrazia »

Il Governo riduce il bilancio delle prefetture di mezzo miliardo. Ridurrà un po’ il deficit. Nessuno dice, però, quanto costino all’anno i prefetti. Si può risparmiare ben di più. Si è parlato di abolire le province che hanno funzioni concrete: istruzione, cultura, turismo, trasporti, viabilità, territorio, protezione dell’ambiente, sviluppo economico. Se le aboliamo, altri vicarieranno le loro funzioni. Il risparmio sarà illusorio: consisterà in controllo di qualità e innalzamento dell’efficienza. di cui c’è sempre bisogno. Indago in rete sul costo annuo di province e prefetture. [l’Annuario ISTAT non lo cita].. …

Articles In English, Idee/Fatti del Mondo »

L’Afghanistan è una nazione di duri combattenti, ma finora chi prendeva sul serio ministri e politici di Kabul? Tra l’altro l’amministrazione del presidente Hamid Karzai è considerata molto corrotta. Ebbene da qualche tempo ci sono esponenti di Kabul che alzano la voce. Per esempio Zalmai Rassoui, ministro degli Esteri: “Quando sono arrivati, gli americani ci hanno fatto un sacco di promesse. Distruggeremo Al Qaeda e i talebani, dicevano. Ebbene il lavoro non è finito ma tolgono le tende. Com’è possibile che l’esercito più potente del mondo in dieci anni non …

Corral »

Nelle nostre case e nelle nostre auto sono in funzione computer nascosti (in inglese embedded – incassati) che gestiscono il funzionamento di accessori, elettrodomestici, apparati di regolazione o comunicazione. Già su questa piccola scala i vari hardware cominciano a essere integrati in rete. Nell’industria (reti elettriche, trasporti, fabbriche), nei laboratori, negli ospedali, hardware e software regolano operazioni e processi ben più complessi. Si tratta di sistemi tecnologici di dimensioni fisiche talora modeste, ma comprendenti vari sottosistemi che interagiscono fra loro e con l’ambiente fisico. Si chiamano CPS, Cyber Physical Systems …

Corral »

L’Europa a 27 ha molti disoccupati -in settembre oltre 22 milioni- e non è un buon segno che ciascuna fase di ripresa faccia nascere meno occupazione di quanta ne abbia cancellata la recessione precedente. Per non darla vinta al pessimismo, facciamo conto che le avanzate della tecnologia non abbassino il bisogno di lavoratori. E, sempre per non alimentare il catastrofismo, ricordiamo che il mondo è andato avanti per millenni con tassi altissimi di disoccupazione strutturale. Le donne, per dirne una, faticavano ma non guadagnavano: il pane lo portavano a casa …

Cambiare Democrazia »

Tornano in scena i partiti
Miracolo tra Seul e Roma. E’ bastato che il premier sobrio e monogamo ventilasse dal lontano oriente la minaccia di dimettersi per provocare, come d’incanto, il repentino ritorno dei partiti al centro della scena, all’insegna di un “adesso ci pensiamo noi”: una promessa o una controminaccia? Intendiamoci. Che i partiti e in particolare quelli maggiori si trovino d’accordo su qualcosa, anziché accapigliarsi per lo più sconciamente, con quel nuovo stile a base di urla e turpiloquio ormai imperante, non può che rallegrare in linea di principio. …

Corral »

Per non ignorare tutto di alcune macrorealtà settoriali quasi sconosciute ai non addetti, segnaliamo che la A.P.Moller-Maersk, colosso mondiale dei trasporti oceanici, con sede a Copenhagen, possiede oltre 500 mercantili portacontainer e 225 navi-cisterna. In più costruisce porti, estrae idrocarburi, offre una vasta gamma di servizi in qualsiasi modo connessi con la logistica e con gli scambi globali. Una parte delle navi Moller-Maersk non potrebbero essere più immense: 400 metri di lunghezza. Senza di esse, e della riduzione dei noli che consentono, la globalizzazione non sarebbe quella che è.

Riferiamo più …

Corral »

Apprendiamo che assai più burocrati, generali ed ammiragli di quel che credevamo superano la retribuzione di 295 mila, dichiarata dal governo Monti il limite insuperabile per un servitore dello Stato. E si infittiscono i moniti a non cedere alla tentazione della ‘invidia sociale’. Invidiare (o meglio condannare: cosa diversa) i trattamenti da nababbi sarebbe, secondo gli ammonitori, molto scorretto, più o meno quanto fare rutti e peggio in società.
Ma prima di discettare di invidia sociale, aspettiamo di vedere se Monti terrà fede agli annunci. Se saccheggerà gli emolumenti ingrossati dal …

Corral »

Se è proprio vero che dal blitz di Cortina in poi si quadruplicano le supercar e i Suv che abbandonano la Patria, svenduti a poco pochissimo in Ucraina e paraggi; se è proprio vero che i loro proprietari, un po’ evasori fiscali, non si azzardano più a mettersi al volante, nel terrore d’essere fermati dalle Fiamme Gialle e sado-interrogati sui loro tax-returns; se è sicuro che il macchinone da 300 mila è diventato una grossa liability, dall’essere un tempo una corona di gloria: allora stiamo vivendo un momento storico, da …

Corral »

Esultano i pensatori e i pubblicitari dell’Ancien Régime perché la ministra Severino principessa del Foro ha “sdoganato la ricchezza”. Vittorio Sgarbi, piccolo Goebbels di detto Régime, non solo ha messo alla gogna i detrattori di Mammona ma ha annunciato che dopo la Severino “ricco è bello” (applausi multidirezionali dei giornalisti, essi stessi spasimanti di diventare straricchi).
Ma il Vecchio Ordine sbaglia. Si illude. L’exploit Severino (ha versato 4 milioni di tasse su 7 dichiarati) non ha sdoganato proprio nulla. Appena iniziata la Grande Guerra gli ambienti zaristi che avevano voluto il …

Corral »

“Quanti soldi ti dovrei dare per farti rinunciare del tutto a usare Internet?”
È una domanda ipotetica che nessuno ti farà. La risposta, però, può dare un’idea di quanto tu ci tenga a stare in rete – di quanto tu sia “Internet-dipendente”.
Quanti sono gli italiani che usano Internet? Mi connetto aGoogle e scrivo: “Numero utenti Internet”. Ricevo subito molti possibili link. Fra questi un trattatello di gandalf.it. Riconosco che è il sito di Giancarlo Livraghi: serio, professionale, aggiornato. Mi dice che i numeri sono incerti e includono anche gli utenti che …

Corral »

Non mi ero mai curato di leggere uno scritto di Camilla Cederna, una delle dive del giornalismo giacobino di quarant’anni fa. Giorni fa mi era capitato tra le mani un suo libretto del 1978, “Giovanni Leone: la carriera di un presidente” e l’avevo messo da parte per un’eventuale occasione di lettura ricreativa. Però le notizie dal berlinese Schloss Bellevue sulla fine della presidenza Wulff mi hanno attratto a ripercorrere la parabola del nostro capo dello Stato di allora, soprannominato col nomignolo, meritato o no, di Antelope Cobbler. Ai troppo giovani …