Home » Archive

marzo 2011

Corral »

Note a margine di un anniversario sul quale riflettere
………………… il bel paese
Ch’ Appennin parte e ‘l mar circonda e l’Alpe.
Così Francesco Petrarca definiva l’Italia sette secoli fa. Ha senso celebrare l’unità della nazione (unità comunque parziale, dato che la nazione italiana sta in parte anche in Corsica, nel Canton Ticino, in Slovenia, in Croazia, ecc.) il 17 marzo 2011?
Ma il 150° anniversario della proclamazione a Torino del Regno d’Italia non va confuso con la celebrazione dell’Unità d’Italia, dato che la nazione italiana esiste da molto più tempo e la sua …

Cambiare Democrazia »

Nel febbraio 2009 il governo varò un pacchetto sicurezza che comprendeva, tra le altre misure, l’obbligo per i giudici di disporre la custodia cautelare in carcere nel caso di gravi indizi di stupro a carico del soggetto. Un anno e mezzo dopo la Corte Costituzionale bocciò questo provvedimento. Le misure cautelari possono essere disposte in presenza di esigenze cautelari (pericolo di fuga, reiterazione o inquinamento delle prove), e devono rispettare il principio di adeguatezza e proporzionalità. Insomma, devono adattarsi al caso concreto e il soggetto incaricato di calare nella realtà …

Idee/Fatti del Mondo »

Se aumenta il prezzo della vodka…
Ancora una volta l’umanità è colta alla sprovvista da un moto tellurico non previsto dai veri o presunti esperti e dai profeti o aspiranti tali. Dopo il ribaltone del “campo socialista” e la crisi economica planetaria tuttora da digerire sono arrivate le rivolte a catena nel mondo arabo. Non stupisce perciò che da varie parti si cominci a guardarsi non solo intorno ma anche dentro casa con qualche inquietudine. E’ il caso della Russia, dove non mancano le reazioni cinicamente compiaciute: per il rincaro delle …

Idee/Fatti del Mondo »

Dopo la caduta di due potenti a Berlino
Le impressionanti dimissioni di Karl-Theodor zu Guttenberg, forse il più brillante dei politici tedeschi d’oggi, pronosticato successore di Angela Merkel, non solo da ministro della Difesa ma anche da deputato al Bundestag, sarebbero meno significative se non fossero seguite di pochi mesi alle dimissioni di Horst Koehler da capo dello Stato germanico.
Tralasciamo che le due dimissioni obbligano a confronti crudeli col costume politico di altri paesi, primo il nostro. Guttenberg ha lasciato una posizione di vertice per aver copiato da altri parte di …

Idee/Fatti del Mondo »

Si può prescindere dal petrolio?
Le genti che popolano i paesi del Mediterraneo hanno soprattutto a che fare con le terre che da esso sono bagnate. I paesi sono da millenni arroccati sui monti, difesi dalla natura e dalle mura. Un bel giorno (o forse brutto) in queste terre e in queste strette strade hanno cominciato ad arrivare le automobili: una grande comodità per i privilegiati che le possedevano e potevano usarle, una grande curiosità e un po’ di invidia per (quasi) tutti gli altri. Pochi coloro che, come i veneziani, …

Corral »

Si fa un gran parlare della “epocale” riforma della giustizia che il governo Berlusconi vorrebbe varare. I punti salienti sono noti: separazione delle carriere, sdoppiamento del Csm, obbligatorietà dell’azione penale “secondo criteri di legge”, responsabilità dei giudici, inappellabilità delle sentenze di assoluzione e polizia giudiziaria non più direttamente sotto il controllo del Pm, ma che opera secondo quanto fissato per legge.
Sorvoliamo sulla concreta possibilità che una simile riforma costituzionale passi indenne dalle quattro letture di Camera e Senato e, soprattutto, dal seguente referendum confermativo. Sorvoliamo anche sul fatto che …

Articles In English, Idee/Fatti del Mondo »

Suddenly the Western political society has acquired a new protagonist, an almost heroic dramatis persona, Karl-Theodor zu Guttenberg. We non-Germans were allowed to ignore him- he only was a member of Angela Merkel’s cabinet. Since a few days he is the embodiment of courage, i.e. of a little honored concept on how a politician should behave (he or she usually doesn’t).. Admittedly, I am so impressed by Guttenberg’s choice to resign not only from the government, also from the Bundestag, because the Italian frame of mind is the very opposite …

Corral »

Un racconto di famiglia sulle Cinque Giornate
Quando si festeggiano importanti ricorrenze, il rischio è che, tra la pompa delle celebrazioni e le ricostruzioni degli storici, si perda la consapevolezza di quanto l’evento ricordato abbia influito nella vita delle persone comuni. Se l’evento poi non è sepolto sotto secoli di Storia, ma è relativamente recente, quelle persone normali possiamo identificarle come nostri ascendenti non troppo lontani.
Quest’anno il 17 marzo si celebra il centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia. Ma a Milano, quando si parla di Risorgimento, le date più care sono quelle dal …

Corral »

Per capirci meglio
Non so se qualche economista abbia commentato ed eventualmente confutato la notizia apparsa sul “Corriere della sera” il 12 febbraio scorso sotto il sensazionale titolo “Il Nord? Più ricco della Svezia”. Si tratterebbe del Norditalia, o meglio dell’Italia senza il Meridione il cui PIL pro capite in parità di potere d’acquisto (PIL-PPA) sarebbe di pochissimo inferiore a quello del maggiore paese scandinavo e addirittura superiore ad esso, non si capisce bene in virtù di quale magìa statistica, per il Nord-Ovest e il Nord-Est presi singolarmente. Ancor più indietro …

Cambiare Democrazia »

La selezione dell’elettorato passivo: un rimedio all’ignoranza dei parlamentari
Non sembrano essere ancora maturi i tempi per una democrazia non fondata acriticamente sul suffragio universale. La pretesa che gli elettori abbiano, se non le competenze, almeno un serio interesse per la gestione della cosa pubblica non è un seme che trovi oggi terreno fertile. Allora avanziamo una proposta più concretamente fattibile.
Si selezioni la platea degli eletti. Subordiniamo l’elettorato passivo al superamento di un esame basilare, nel quale si verifichi la conoscenza della Costituzione. I nostri parlamentari giurano su di essa, testo …

Articles In English, Cambiare Democrazia »

Western representative democracy is a joint venture, better a collusion, between plutocracy and political professionalism, i.e. between money and careers. Man in the street is a non-entity.
The way to cancel such monstrosity is disempowering both plutocrats and professional politicians, then empowering man in the street through selective, direct democracy. In the USA 300 million sovereign citizens are too many for direct democracy, in Italy 60 million are likewise too many.
The thing to do is enabling a randomly convened, revolving ‘macrojury’ of, say, 1% of the adult population, that is a …

Cambiare Democrazia »

Schizzo di Randomcrazia
Ormai sappiamo con certezza, dopo 66 anni dal 1945 come dopo 140 anni di Repubblica francese e 222 anni di Costituzione americana, che la democrazia occidentale è una combutta tra denaro, carrierismo dei politici, tangenti e altri cento modi di malaffare. Se si preferisce non chiamiamola combutta bensì joint venture, mezzadria, soccida.
Le ultime conferme, perfettamente superflue, sono Affittopoli e Sanità nella Puglia sotto Vendola.. E’ tassativo, al di là di ogni dubbio: i politici democratici di professione, con loro consorti compagne e compari, derubano dal 1945 i vecchi …

Idee/Fatti del Mondo »

Il caso del Giappone
Giusto al tempo della nascita dell’Italia unitaria che stiamo ricordando il Giappone, dopo quasi tre secoli di isolamento dal resto del mondo, temendo di perdere la propria indipendenza nel vedere che cosa era accaduto alla Cina che si era opposta alle prepotenze degli inglesi (guerre dell’oppio del 1839-42), decise di porre le basi industriali necessarie a dotarsi delle armi moderne che non possedeva. Così, dal 1868 si industrializzò per armarsi, si mascherò da paese europeo imitando spesso in modo ridicolo Inghilterra, Francia e Germania dalle quali prese …

Idee/Fatti del Mondo »

Lo scrittore che si definiva “ho assunto il negativo del mio tempo” lo si è preso un po’ troppo per la coscienza della civiltà austro-ungarica, e persino della società che oggi vige -tutto sommato con soddisfazione- nelle contrade kafkiane. Nemmeno negli anni fatali che volgevano alla Grande Guerra l’uomo della strada, il medio suddito di Franz Josef imperatore, si curava delle angosce e dei labirinti del kafkismo. Mitteleuropa è stata intristita almeno per un secolo dalla specializzazione, imposta dalle terze pagine e dai convegni letterari, sullo spleen e sullo …

Cambiare Democrazia »

Se per una bizzarria della natura mi trovassi fratello o cognato dei 100 maggiori statisti della Repubblica -compresi quelli seduti nelle poltrone istituzionali più eccelse- l’unico della cui parentela non mi vergognerei sarebbe il presente gonfaloniere di Firenze, Matteo Renzi. Magari sbaglierei, magari è un cattivo soggetto, un congiurato, un Catilina dei nostri giorni. Ma i miei orecchi l’hanno sentito scandire quelle parole piene di destino ( benché blasfeme all’indirizzo della smisurata sapienza dei Padri Costituenti, i quali ci dettero la migliore delle Carte fondamentali della Via Lattea): “Il Parlamento …

Politicarte »

100% silk dress with cotton understructure
Designed & Created by:
Stephanie Parks, Morgane Bocande, Mackenzie Stratton, Joana Fernandes, Serra Eraslan, Hazal Izci
Nuova Accademia di Belle Arti 2010
Model & Makeup:
Jelena Vuckovic
VIEW FULL SERIES

Corral »

Nel centocinquantesimo anno dell’Unità d’Italia pubblichiamo un articolo scritto nel 1876, da un moderato, conservatore, ex garibaldino. Pensiamo che molte delle considerazioni svolte, riguardo la politica, i partiti, i giornali, la società, siano di una straordinaria attualità. Quell’impronta ancora razionalista ed illuminista che pervade tutto lo scritto, speriamo che possa tornare nei discorsi dell’Italia di oggi.
“Al Pubblico”, di Eugenio Torelli Viollier, editoriale-manifesto del primo numero del Corriere della Sera:
“Pubblico, vogliamo parlarti chiaro. In diciassette anni di regime libero tu hai imparato di molte cose. Oramai non ti lasci gabbare dalle …

eBook »

Pubblichiamo l’ e-book “Il Pericle Elettronico”, importante fondamento teorico delle proposte sulla randomcrazia di Internauta. Consiste in una raccolta di articoli e ricerche, principalmente nord-americane, sul tema della democrazia diretta e della democrazia elettronica.
CLICCA QUI PER SCARICARE IL PDF DELL’OPERA COMPLETA (60pag. PDF)

Corral »

QUIZ SUPERRICCHI
Tassarli di più, di meno o per nulla?
Ai polveroni che per un po’ infuriano e poi svaniscono senza lasciare traccia siamo da tempo assuefatti. In alcuni casi però i problemi sollevati rimangono sul tappeto anche se temporaneamente trascurati, in attesa di tornare alla ribalta. Non è una garanzia che le soluzioni prima o poi si trovino, ma basta per sperare che ciò avvenga o che comunque qualcosa si muova. Rientrano nella categoria le cifre e le polemiche fioccate in autunno su stipendi e pensioni d’oro (benchè forse bisognerà inventare …

Copertine »

-INTERNAUTA esce il 15 di ogni mese-
Scusate il ritardo questo mese! Rieccoci attivi!

NOVITÁ: La redazione aggiornata è in
“CHI SIAMO”
Consultate l’archivio dei singoli autori!
Internauta è un’officina di ideazione, un luogo per proporre e discutere nuove forme di democrazia. Inoltre diamo spazio ad approfondimenti su fatti e idee dal mondo, arte, e diamo cittadinanza a molte opinioni assenti dalla comunicazione di massa.
Uno dei modi più vividi di trattare la politica è progettarne il futuro. In questo “Internauta” vanta una credenziale in più. Alcuni di coloro che lo redigono si concentrarono sulle …